Un Sasso nello Stagno 2018 – Spettacoli per bimbi e ragazzi dal 17/11 a Torre Pellice

UN SASSO NELLO STAGNO
Spettacoli e incontri dedicati all’infanzia e all’adolescenza
“Un sasso nello stagno”, alla sua terza edizione, prosegue il suo intento educativo attraverso la cultura teatrale, rivolgendosi ai giovani cittadini, alle loro famiglie e all’istituzione scolastica.
Anche quest’anno la giornata internazionale del 20 novembre, giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sarà l’occasione simbolica per parlare di temi sensibili attraverso un agire leggero e accattivante quale è il Teatro per Ragazzi, che da sempre si occupa di diffondere in maniera costante la cultura tra i giovani con lo scopo di coinvolgere e appassionare quella parte di società sensibile all’educazione e al futuro dei propri “figli”.
La giornata internazionale dedicata all’infanzia e all’adolescenza diviene, in questo progetto, quel sasso lanciato nello stagno, capace di trasmettere vibrazioni culturali da realizzare intorno alla scadenza internazionale, dando così respiro ed eco alle iniziative rivolte ai bambini, agli adolescenti, alle famiglie, alle scuole e agli insegnanti.
Il luogo principe delle attività sarà la Galleria d’Arte Contemporanea Filippo Scroppo di Torre Pellice.

Il direttore artistico L’assessora alla cultura
del Comune di Torre Pellice
Guido Castiglia Maurizia Allisio

SABATO 17 NOVEMBRE 2018 in collaborazione con
Galleria F. Scroppo di Torre Pellice – ore 16,00
DISconnesso, fuga off line
Nonsoloteatro (Torino)
Di e con: Guido Castiglia
WhatsApp, Snapchat, Facebook, YouTube e i giochi online sono il mondo di Davide, per gli amici Dave Tiger, tredici anni e una vita in rete nella quale le relazioni personali e i mostri di Fallout 4 si mescolano in una realtà fittizia che oscura sempre più la vita reale che appare ai suoi occhi noiosa, ripetitiva e senza emozioni. Ma arriva il giorno in cui accade l’inaspettato: uno scontro con i suoi genitori, un litigio dove Davide non trova le parole e lo stato d’animo per difendere l’indifendibile, una fuga precipitosa che lo scaraventa nel mondo fisico da lui tanto odiato; che fare? Raccontare in rete la sua avventura! Ma il cellulare si scarica e con sé non ha né il caricatore né il “sacro” powerbank. Isolato dal “resto del mondo” si sente perso … Lo spettacolo racconta, in chiave divertente e ironica, l’avventura interiore di un ragazzo disconnesso dalla realtà che, durante la sua fuga, riconquista le proprie abilità di relazione, le “tecnologie” del proprio corpo e le proprie sensazioni, riscoprendo un “gioco emotivo” stupefacente, capace di fargli superare ostacoli apparentemente insormontabili, con la sola forza del pensiero … anche senza connessione veloce.
Età consigliata: dagli 11 anni
A seguire un incontro sulla dicotomia reale/virtuale e sull’uso consapevole del digitale. Guarda gli eventi collaterali.

DOMENICA 18 NOVEMBRE 2018
Galleria F. Scroppo di Torre Pellice – ore 16,30
Cucù
La Piccionaia (Vicenza)
Di: Ketti Grunchi
Con: Aurora Candelli e Francesca Bellini
CUCU’… una mano! CUCU’… un sorriso! CUCU’… una scatola. Una tazzina. Una scarpa? CUCU’! Un gioco. Un foglio di carta. CUCU’… un amico. Possiamo giocare! E anche ridere… Ridere è una cosa seria. Si ride quando si gioca. Si ride di solletico. Mi fa ridere quando sento un rumore. Una parola fa ridere. Fanno ridere quelli che cadono. I piedi che si muovono dietro là. La faccia della mamma che si trasforma… fa ridere! Poi… Le mani che raccontano. Chi va via … e poi… ricompare. “Cucù!!!!” “Cucù!” è una delle prime parole che diciamo ai bambini … La parola magica che significa…” ci sono”… “non ci sono più”… “ritorno!!!” Nel gioco si alternano l’emozione dell’assenza e la risata del ritorno. Ma cosa fa ridere i bambini molto piccoli? Due giovani attrici assieme a Ketti Grunchi indagano il meccanismo della risata nella fascia 1-5. Il progetto ha creato una relazione di lavoro e scambio di esperienze con le famiglie dei bambini. Un laboratorio teatrale con i genitori e il racconto dei giochi quotidiani con i loro bambini ha regalato idee ed emozioni per la costruzione dello spettacolo.
Età consigliata: da 1 a 5 anni
Nel pomeriggio apertura straordinaria della biblioteca per famiglie con bimbi/e. Guarda gli eventi collaterali.
LUNEDI 19 NOVEMBRE 2018
Galleria F. Scroppo di Torre Pellice – ore 9,00 e ore 10,30
Cucù
La Piccionaia (Vicenza)
Di: Ketti Grunchi
Con: Aurora Candelli e Francesca Bellini
CUCU’… una mano! CUCU’… un sorriso! CUCU’… una scatola. Una tazzina. Una scarpa? CUCU’! Un gioco. Un foglio di carta. CUCU’… un amico. Possiamo giocare! E anche ridere… Ridere è una cosa seria. Si ride quando si gioca. Si ride di solletico. Mi fa ridere quando sento un rumore. Una parola fa ridere. Fanno ridere quelli che cadono. I piedi che si muovono dietro là. La faccia della mamma che si trasforma… fa ridere! Poi… Le mani che raccontano. Chi va via … e poi… ricompare. “Cucù!!!!” “Cucù!” è una delle prime parole che diciamo ai bambini … La parola magica che significa…” ci sono”… “non ci sono più”… “ritorno!!!” Nel gioco si alternano l’emozione dell’assenza e la risata del ritorno. Ma cosa fa ridere i bambini molto piccoli? Due giovani attrici assieme a Ketti Grunchi indagano il meccanismo della risata nella fascia 1-5. Il progetto ha creato una relazione di lavoro e scambio di esperienze con le famiglie dei bambini. Un laboratorio teatrale con i genitori e il racconto dei giochi quotidiani con i loro bambini ha regalato idee ed emozioni per la costruzione dello spettacolo.
Spettacolo riservato alla scuola dell’infanzia

DOMENICA 2 DICEMBRE 2018
Galleria F. Scroppo di Torre Pellice – ore 16,30
SOTTO DIVERSE STELLE
Tib Teatro (Belluno)
Di: Daniela Nicosia
Con: Chiara Libertini
Le stelle sono tutte uguali?” così ha inizio questa delicata storia, dedicata ai più piccoli: una bambina triste, nata sotto diverse stelle, di notte, per mare, chiede alle stelle di farle compagnia e queste le raccontano storie, per farle tornare il sorriso. Storie, tessute tra loro come un gioco, storie per pensare, per imparare a confrontarsi con l’altro e saperlo accogliere nella sua unicità, nella sua diversità che è preziosa occasione di incontro, di conoscenza, di crescita.
Tutti nasciamo diversi ma possiamo essere comunque amici, se sapremo rispettare il diritto di ognuno a restare unico e diverso. Nessuno è uguale ad un altro ma tutti abbiamo gli stessi diritti e gli stessi doveri. Uno spettacolo che sollecita il rispetto per le differenti culture, per ricordare che lo sforzo educativo in una società multiculturale non consiste mai nel far diventare uguale ciò che è diverso
Età consigliata: dai 4 anni

MARTEDI’ 4 e MERCOLEDI’ 5 DICEMBRE 2018
Galleria F. Scroppo di Torre Pellice – ore 10,30
GIANNINO E LA PIETRA NELLA MINESTRA
Nonsoloteatro (Torino)
Di: Guido Castiglia
Musiche originali: Beppe Rizzo
Con: Guido Castiglia e Beppe Rizzo
Due narratori e una fisarmonica raccontano la storia di Giannino, bambino nato in città e poco avvezzo alla vita agreste con mille sorprese. Abituato ad essere circondato da giochi elettronici, TV, computer e play station, le vacanze in campagna dai nonni, che tanto aveva sospirato, si rivelano presto un avventura difficile da superare. Senza televisione ma con la voce del nonno che racconta, senza merendine confezionate ma con i frutti dell’orto, senza film terrificanti ma con uno spaventapasseri extraterrestre e una nonna che cucina minestre di verdura con i sassi…sembra davvero difficile sopravvivere.
Lo spettacolo narra, con la complicità della musica e del gioco in scena, la storia di un cambiamento, la scoperta di un mondo reale che rivela, agli occhi di un bambino, la bellezza dell’affetto e … la bontà di un minestrone cucinato con una pietra veramente magica.
Spettacolo riservato alla scuola primaria

EVENTI COLLATERALI

Sabato 17 novembre ore 17,00/18,00
Galleria F. Scroppo _ Incontro sulla dicotomia reale/virtuale e sull’uso consapevole del digitale a cura di Guido Castiglia (Nonsoloteatro) con la partecipazione di Bianca Chiappino e Vania Catalin (Diaconia Valdese – servizio Giovani e Territorio)
Domenica 18 novembre ore 15,30/18,30 Biblioteca C. Levi _ All’interno della Settimana Nazionale Nati per Leggere DOMENICA 18 NOVEMBRE dalle 15.30 alle 18.30 APERTURA STRAORDINARIA DELLA BIBLIOTECA dedicata alle famiglie con bimbi e bimbe. In quest’occasione verrà donato dall’Amministrazione comunale un libro Nati per Leggere ai/alle nuovi/e nati/e di Torre Pellice nel 2017
INFORMAZIONI
Indirizzi utili: Galleria F. Scroppo/Biblioteca Civica “Carlo Levi”
via Roberto d’Azeglio, 10 – Torre Pellice (TO)
Biglietti d’ingresso: per gli spettacoli del 17, 18 novembre e 2 dicembre : € 4,00
per gli spettacoli riservati alle scuole: € 5,00
gli incontri sono attività a titolo gratuito
Apertura cassa: un’ora prima dell’inizio degli spettacoli
Prenotazione: La prenotazione è obbligatoria solo per gli spettacoli riservati alle scuole, è consigliata per gli spettacoli in programma il sabato e la domenica
Informazioni: Nonsoloteatro – venerdì, dalle ore 14,30 alle ore 18,30
011. 19740275 – 337.446004 – info@nonsoloteatro.com – www.nonsoloteatro.com

Buffa Vivaio SPOT

Copia di lavanderia fiorella LOGO nuovo
pineroloplay autospot facebook