La Musica Spiegata II: Omaggio a Schumann all’Accademia di Musica il 20/01

LA MUSICA SPIEGATA II:
Hommage à Schumann
domenica 20 gennaio 2019 – h 17 – Accademia di Musica

Dimitri Ashkenazy clarinetto
Dominik Fischer viola
Bernd Glemser pianoforte

Dimitri Ashkenazy, uno dei clarinettisti più importanti della scena musicale internazionale, è protagonista del concerto di domenica 20 gennaio alle 17:00 presso l’Accademia di Musica di Pinerolo, insieme a Bernd Glemser, pianista tedesco vincitore di importanti premi internazionali e al violista Dominik Fischer, attualmente prima viola dell’Orchestra da camera del Lucerne Festival. L’Hommage à Schumann prevede l’esecuzione di Märchenerzählungen op. 132 di Schumann, Hommage à Schumann di G. Kurtag e di Acht Stücke op. 83 di M. Bruch (Biglietti: 15 € Ridotto: 12, 8, 5€ | Tel 0121 321040).

Da ottobre a maggio, sono 17 gli appuntamenti in programma, che spaziano dall’integrale cameristica di Schumann al jazz, dalla musica contemporanea per pianoforte alle atmosfere tangueire, puntando sempre sulla qualità artistica e aprendosi a collaborazioni, coproduzioni e nuove convenzioni.

La Stagione concertistica è stata realizzata con il contributo di Compagnia di San Paolo (maggior sostenitore), Regione Piemonte, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il contributo e il patrocinio di Città di Pinerolo. Il nostro grazie va anche alla sempre preziosa sponsorizzazione di Galup, a quella tecnica di Piatino Pianoforti, Yamaha Musica Italia e Albergian, e alla media partnership con L’Eco del Chisone.

LA SCHEDA DI SALA

LA MUSICA SPIEGATA II: Hommage à Schumann
domenica 20 gennaio 2019 – Accademia di Musica – h 17
Dimitri Ashkenazy clarinetto
Dominik Fischer viola
Bernd Glemser pianoforte

R. Schumann, Märchenerzählungen op. 132
G. Kurtag, Hommage à Schumann
M. Bruch, da Acht Stücke op. 83
n. 2 in si minore
n. 5 in fa minore
n. 7 in si maggiore

Dimitri Ashkenazy è uno dei clarinettisti più importanti della scena musicale internazionale: ospite di prestigiose orchestre e associazioni ha eseguito in prima assoluta molte composizioni per clarinetto. Ha collaborato spesso con Bernd Glemser, pianista tedesco vincitore di importanti premi internazionali e con numerose registrazioni discografiche all’attivo. Il violista Dominik Fischer ha fatto parte di importanti quartetti d’archi, e attualmente ricopre il ruolo di prima viola nell’orchestra da camera del Lucerne Festival. Le opere dell’ultimo Schumann rivelano una salute mentale precaria; il demone della schizofrenia contro cui aveva lottato per anni incombeva nuovamente. Nonostante ciò i Racconti Fiabeschi op. 132 sono una pagina estremamente poetica, sebbene a tratti instabile e dai contorni sfumati. Uno dei momenti più intensi è il terzo movimento, che ricorda quasi un tramonto, forse della vita dello stesso compositore. Hommage à Schumann di Kurtág è una delle opere più moderne per questa inusuale formazione. Il brano è composto da cinque movimenti, tutti di breve durata ad eccezione dell’ultimo, un elogio funebre dal carattere enigmatico, omaggio alla memoria di un compositore, Schumann, che in vita purtroppo non ricevette gli onori che avrebbe meritato. Nei movimenti le idee si intrecciano tra loro creando un dialogo tra due epoche diverse: il linguaggio unico di Kurtág si fonde con la poetica schumanniana, dando vita così ad una musica estremamente innovativa.

GLI INTERPRETI

DIMITRI ASHKENAZY
È nato nel 1969 a New York e dal 1978 vive in Svizzera. A dieci anni ha iniziato lo studio del clarinetto con Giambattista Sisini. Nel 1993 ha conseguito il diploma al Conservatorio di Lucerna. Si è laureato in diversi concorsi per la gioventù e ha fatto parte dell’Orchestra Svizzera dei Giovani e dell’Orchestra Gustav Mahler. È stato invitato da prestigiose instituzioni in tutto il mondo: Los Angeles (Hollywood Bowl), Londra (Royal Festival Hall), Sydney (Opera House), Salisburgo (Festspiele), Parigi (Salle Pleyel), Tokyo (Suntory Hall), Praga (Rudolfinum), suonando con orchestre come la Royal Philharmonic, i Filarmonici di San Pietroburgo, la Deutsches Symphonie- Orchester Berlin, i FIlarmonici della Scala, la Sinfonia Varsovia, i Filarmonici di Helsinki, e la Camerata Academica Salzburg. In ambito cameristico ha collaborato con i Quartetti Kodály, Carmina, Endellion e Brodsky, con i pianisti Aleksandar Madzar, Cristina Ortiz, Jeremy Menuhin, Bernd Glemser e Ariane Haering, i violoncellisti Antonio Meneses e Christoph Richter, le cantanti Edita Gruberova e Barbara Bonney, e naturalmente con suo fratello Vovka, e suo padre Vladimir Ashkenazy. Ha inciso CD (paladino, Orlando, ABC Classics, Gallo, Pan Classics, Decca, Ondine, DUX) e registrato produzione televisive e radiofoniche, ed è stato invitato a dare corsi di perfezionamento in Australia, Italia, Islanda, Svizzera, Nuova Zelanda, Romania, Singapore, Spagna, e negli Stati Uniti. Ha suonato in prima esecuzione il concerto per clarinetto e orchestra «Piano Americano» di Marco Tutino alla Scala di Milano, e «Passages» di Filippo del Corno con l’Orchestra «I Pomeriggi Musicali di Milano».

DOMINIK FISCHER
Dominik Fischer è viola principale del Festival Strings Lucerne e di Zuger Sinfonietta. Dopo i suoi studi con Wendy Champney al Conservatorio di Zurigo, si è specializzato in musica da camera con i membri dell’ Amedeus, Alban Berg e La Salle Quartet presso i conservatori di Basilea e Colonia. Sin da giovane è stato vincitore di numerosi concorsi e borse di studio assegnate da prestigiose fondazioni tra le quali Villa Musica Mainz e Deutsche Musikwettbewerb. Dal 1996 al 2005 è stato membro del Quartetto Casal. Ha suonato con musicisti come Martha Argerich, Giora Feidman, Régis Pasquier e Daniel Hope. La sua attività di camerista lo ha portato ad esibirsi in numerosi e prestigiosi festival in Europa e Nord America.

BERND GLEMSER
La sua brillante carriera inizia in giovane età: durante gli studi ha ottenuto 17 premi partecipando alle più prestigiose competizioni internazionali come Cortot, ARD, Rubinstein, Busoni, Sydney e molte altre. Nonostante questi successi non è diventato una star dei media o un pianista alla moda. Il suo straordinario virtuosismo è pari alla sensibilità poetica e alla sua profonda interpretazione, personale e fresca, che affonda profondamente nella memoria dell’ascoltatore. Bernd Glemser ha suonato con molte celebri orchestre tra le quali Philadelphia Orchestra, Gewandhaus Orchestra, London Philharmonic Orchestra, Tonhalle-Orchestra Zurich e l’Orchestra di Santa Cecilia sotto la direzione di grandi maestri come Herbert Blomstedt, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Dmitrij Kitajenko, Andrés Orozco-Estrada, Wolfgang Sawallisch, Muhai Tang e Franz Welser-Möst. Inoltre, ha suonato presso la Berlin Philharmonic Hall, Alte Oper di Francoforte, il Gewandhaus di Lipsia e il Munich Herkulessaal così come alla Royal Festival Hall di Londra e al Musikverein di Vienna. Durante la sua lunga carriera ha inciso circa 35 CD, il più recente, con i Lieder ohne Worte e Variations sérieuses di Mendelssohn, per l’etichetta Oehms Classics, è stato da lui definite il più personale. Collabora inoltre con la radio e la televisione, e con tanti musicisti in progetti di musica da camera. Dal 1996 è docente di pianoforte presso l’Università della Musica Würzburg. A partire dal 2006 è artista in residence presso il Maulbronn Klosterkonzerte dove oltre ad esibirsi in una serie di concerti di musica da camera è docente per delle masterclass.

BIGLIETTERIA
BIGLIETTI SINGOLI: € 15
RIDOTTO
Card Giovani del Comune di Pinerolo: € 5
Studenti dell’Istituto Musicale Corelli: € 5
Under 30: € 8
Abbonamento Musei, Socio Coop, Touring Club Italiano, Associazione Lavoratori Intesa San Paolo – ALI, Unitre, Proloco, Coro dell’Accademia di Musica: € 12
VENDITA E PREVENDITA
Il servizio di prevendita è disponibile da 2 settimane prima di ogni concerto presso la Libreria Volare. I biglietti sono acquistabili anche mezz’ora prima dell’inizio di ogni concerto presso l’Accademia di Musica. Il posto numerato (abbonamento o biglietto) è garantito fino a 5 minuti prima dell’inizio del concerto; dopo tale orario sarà comunque garantito l’ingresso e sarà possibile usufruire di uno qualsiasi dei posti ancora liberi.
GIFT CARD: € 30
Acquista la tua Gift Card per fare un regalo speciale o per regalarti tre serate all’insegna della musica. Ogni Gift Card dà diritto all’ingresso a tre concerti a scelta della Stagione concertistica 2018/19 presso l’Accademia di Musica. Puoi acquistarla presso i nostri uffici (viale Giolitti, 7 – Pinerolo) dal 19/9/2018 fino a fine marzo 2019.

Accademia di Musica
Annoverata tra le più rinomate strutture di perfezionamento del paese, l’Accademia di Musica offre corsi di specializzazione, workshop, masterclass, borse di studio e opportunità concertistiche per studenti di pianoforte, violino, viola, violoncello, passi orchestrali e musica da camera, con docenti di chiara fama internazionale che si dedicano con grande generosità alla crescita degli studenti come futura generazione di professionisti. L’Accademia di Musica opera da più di 20 anni sul territorio pinerolese affiancando all’attività didattica la stagione concertistica e l’appuntamento biennale dell’International Chamber Music Competition Città di Pinerolo e Torino Città metropolitana. Ha al suo attivo più di mille concerti e la creazione di un’orchestra e di un coro, organizza da 24 anni la rassegna Musica d’Estate a Bardonecchia, che ad ogni edizione richiama più di 7.000 spettatori. Da sempre sostiene i giovani di grande talento, li forma con docenti di fama internazionale, crea per loro occasioni di esibizione professionali, offre concerti per le scuole dalla prima infanzia alle superiori.

Copia di lavanderia fiorella LOGO nuovo
pineroloplay autospot facebook